Bomboloni fritti morbidissimi

Bomboloni fritti
  • Prep Time
    30 minuti
  • Cook Time
    15 minuti + 3 ore e mezza circa di lievitazione
  • Serving
    8
  • View
    59

Chi sa resistere alla bontà dei bomboloni fritti? Una pasta brioche soffice, fatta con un impasto a doppia lievitazione, fritta e poi farcita. I bomboloni sono tra i dolci più golosi. La tradizione vuole che si preparino per il Carnevale, ma l’abitudine ormai è quella di consumarli tutto l’anno, quindi impreziosiscono ogni giorno le vetrine di bar e forni. Si presentano con una superficie dorata e coperta da zucchero semolato. Un piccolo ciuffetto cremoso ci lascia immaginare il ripieno, che può essere costituito da crema pasticcera, crema al pistacchio, crema di nocciole o marmellata. Voi quale ripieno scegliereste?? Per me la crema pasticcera resta imbattibile!

Bomboloni fritti

La ricetta dei bomboloni fritti soffici soffici

Tra i vostri commenti, sui Social, spesso noto un certo timore nei riguardi di questa ricetta. A volte si tende a credere che fare i bomboloni siamo complicato. In realtà basta essere un po’ scrupolosi durante la preparazione, ma soprattutto pazienti nell’attesa. Tre cose sono davvero importanti: lavorare bene l’impasto, aspettare che la lievitazione sia ottimale, e prestare attenzione alla cottura.

Vediamo più da vicino come comportarsi e iniziamo proprio dall’impasto. Potete lavorare gli ingredienti sia a mano che in planetaria, nel primo caso ci vorrà un po’ di olio di gomito perché occorre impastare per diversi minuti energicamente, nel secondo caso tutto sarà più semplice. Per attivare la lievitazione, specie se usate lievito di birra fresco come nel mio caso, vi suggerisco di scioglierlo nel latte appena tiepido (attenzione che non sia cado) con un po’ di zucchero. Usate una farina forte, da miscelare con la 00, per un impasto più morbido ed elastico, e fate in modo che gli altri ingredienti, come uova e burro, siano a temperatura ambiente.
Ottenuta una palla liscia, perfettamente omogenea e non troppo appiccicosa, fatela lievitare in forno spento con luce accesa, o comunque in un posto caldo e al riparo da correnti nella vostra cucina.

Adesso parliamo proprio della lievitazione, non possiamo avere fretta. A seconda della temperatura della casa e della stagione i tempi di lievitazione potranno essere più lunghi o più corti. Regolatevi sapendo che la pasta dovrà triplicare il suo volume.
A quel punto potete stendere l’impasto su un piano infarinato, ma senza strapazzarlo troppo, proprio per non rompere la lievitazione. Ottenuto lo spessore giusto, di 1 cm abbondante, ricaverete tanti dischi (con un coppapasta o una semplice tazza). Ogni disco sarà un bombolone, che vi consiglio di disporre su un quadratino di carta da forno. Questo piccolo trucchetto ci permetterà di non dover toccare più il disco di pasta per immergerlo nell’olio, la sua forma perfetta non verrà quindi rovinata!
Da questo momento può iniziare la seconda lievitazione, importante per restituire forza ai bomboloni! Questa volta il tempo di attesa sarà di circa 45 minuti, o fino al raddoppio del volume.

Ultimo step…con cui si gioca tutto: la frittura. La temperatura dell’olio è davvero fondamentale. Solitamente si frigge intorno a 170°, ma in questo caso vi suggerisco di mantenervi al di sotto. Poiché la pasta dei bomboloni prende subito colore, è meglio mantenere una fiamma bassa e cuocere dolcemente, con l’olio che sfrigola appena! Solo così saremo sicuri di avere il tempo di cuocere anche l’interno, senza scurire troppo l’esterno. Provate a friggere pochi bomboloni per volta, e controllate all’interno i primi, per capire se tutto è stato fatto a regola d’arte, o se fosse necessario modificare la temperatura.
La cottura più dolce e lenta fa anche in modo che l’impasto non si asciughi troppo…forse per questo i miei bomboloni fritti risultano morbidissimi anche il giorno dopo?!!
Sono curiosa di sapere se li proverete! Raggiungetemi anche sul canale YouTube VivoMangiando, e su tutti i Social, per restare in contatto e stare insieme nelle dirette.
Intanto voglio suggerirvi di provare altre piccole bontà:

Bignè fritti ripieni
Latte fritto, bocconcini di crema bianca panati e tuffati in olio caldo
Migliaccio, una torta semplice e delicata

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ingredients

Per l'impasto

Per la crema

    Directions

    Step 1

    Per preparare i bomboloni scaldate innanzitutto il latte, dovrà essere appena tiepido: in esso sciogliete il lievito di birra aggiungendo due cucchiaini di zucchero presi dal totale. Nella ciotola della planetaria versate le due farine setacciate, unite lo zucchero, il latte con il lievito sciolto e iniziate ad impastare con il gancio, oppure a mano, se preferite. Aggiungete poi le uova intere e gli aromi: io uso spesso la pasta di arance e la pasta di limoni fatte in casa, ma andrà benissimo anche la scorza grattugiata degli agrumi oppure della vaniglia, se vi piace di più. A questo punto potete inserire anche il sale, almeno due pizzichi per dare più sapore all’impasto. Per ultimo il burro morbido, a poco a poco. L’impasto va lavorato per qualche minuto, fino ad incordarsi al gancio della planetaria. Se fate tutto a mano, cercate di ottenere una palla omogenea, liscia e morbida, ma non troppo appiccicosa. Aiutatevi con poca farina se necessario. Il panetto riposerà all’interno di una ciotola coperta da pellicola, l’ideale è riporlo nel forno spento con luce accesa, per garantire un tepore costante. La prima lievitazione durerà due ore e mezza o tre ore, fino al triplo del volume.

    Step 2
    Bomboloni fritti

    Conclusa la prima lievitazione potete riprendere l’impasto per rovesciarlo sopra un piano di lavoro infarinato. Non ci sarà bisogno di lavorarlo troppo, occorre solo aggiustarlo di forma e stenderlo delicatamente con il mattarello ottenendo un grande disco dello spessore di un dito, circa 1,5 cm. Da esso, utilizzando un coppapasta di circa 8 o 9 cm di diametro, ricavate tanti dischi: ogni disco sarà un bombolone. I ritagli possono essere nuovamente impastati e stesi, per ottenere altri dischi. Con queste dosi riesco a fare mediamente 18 o 20 bomboloni. Ogni disco di pasta può essere disposto in teglia su un rettangolo di carta forno, per facilitare il passaggio successivo. Spostate la teglia nel forno spento con luce accesa per iniziare la seconda lievitazione, che questa volta durerà circa 45 minuti, fino al raddoppio.

    Step 3

    Conclusa anche la seconda lievitazione i bomboloni sono pronti per la cottura. Scaldate abbondante olio di semi, portandolo ad una temperatura di circa 160°. E’ importante che non sia troppo caldo, ma che sfrigoli appena attorno alla pasta, facendo colorire i bomboloni delicatamente. Prendete quindi due estremità della carta forno e fatela scivolare nell’olio, con delle pinze togliete la carta e fate dorare il bombolone sul primo lato. Giratelo e lasciate dorare anche il secondo lato, poi spostate su carta assorbente per scaricare l’olio in eccesso. Se volete ricoprire i bomboloni con zucchero semolato, dovete essere veloci e passarli nella ciotola con lo zucchero finché sono ancora caldi. In alternativa potrete completarli con zucchero a velo. Ma manca ancora un passaggio, quello più goloso, la farcitura! Completata la frittura, praticate un foro in ogni bombolone, di lato oppure sulla superficie, al centro. Aiutandovi con una sacca da pasticcere farcite quindi i vostri dolci, utilizzando crema pasticcera, crema al cioccolato, crema di nocciole o quello che più preferite! Saranno morbidissimi e irresistibili!

    YOU MAY ALSO LIKE

    error: Contenuto Protetto !!