Giammelle siciliane, biscotti da inzuppo

Giammelle siciliane
  • Prep Time
    40 minuti
  • Cook Time
    15 minuti
  • View
    1.955

Le giammelle siciliane sono biscotti da inzuppo della tradizione siciliana. Si preparano con soli 3 ingredienti: uova, zucchero e farina. In molti conservano il ricordo di questi dolci semplici legati alla propria infanzia. Buoni da mangiare asciutti, poiché morbidi e gustosi, ma perfetti da accompagnare con una calda tazza di latte. In passato nei panifici e nelle pasticcerie non mancavano mai, ed era abitudine comprarne un vassoio da portare in visita agli amici o ai parenti.
Ogni parte della Sicilia assegna a questi biscotti un nome diverso: per alcuni sono Savoiardi, per altri Nuvolette. Ciò che resta invariato sono gli ingredienti e la pazienza necessaria per seguire minuziosamente i passaggi della ricetta. Infatti, sebbene sia all’apparenza molto semplice da eseguire, occorre fare attenzione a qualche dettaglio.

Come si preparano le giammelle siciliane

Da piccola ho mangiato poche volte “i giammillotti”. Mia madre però ricorda che da giovane papà ne portava spesso a casa vassoi interi, perché nel paesino della provincia di Messina in cui lavorava, un panificio ne faceva in gran quantità, molto grandi e saporiti.
A riportare a galla questo ricordo è stato il mio compagno, così desideroso di assaggiarli di nuovo che mi ha convinta ad impararne la ricetta. Ammetto che i primi due tentativi sono stati un mezzo disastro! E’ normale pensare che il procedimento sia facilissimo, ma ho capito che alcuni accorgimenti sono essenziali.

Iniziamo dalle uova: devono essere utilizzate a temperatura ambiente. Guai a tirarle fuori dal frigorifero pochi minuti prima.
Montarle bene insieme allo zucchero è uno dei passaggi più importanti. Per questo occorre del tempo, non bisogna avere fretta! Potete usare le fruste elettriche o la planetaria, e bisognerà lavorare per circa mezz’ora! Il composto deve risultare molto gonfio, spumoso e leggerissimo!
Solo a questo punto si aggiunge la farina setacciata, da incorporare a poco a poco, con movimenti dal basso verso l’alto, per non smontare le uova.
Il risultato deve essere un impasto sodo e lucido, che non cola facilmente dal cucchiaio, e una volta messo in teglia, non si allarga troppo.

Devo specificare ancora due cose. La prima è che la quantità di farina può variare di volta in volta. Essa dipende dalle dimensioni delle uova utilizzate, ma anche dal suo grado di assorbimento. Conviene dunque aggiungerla man mano, fermandosi quando il composto è della giusta consistenza.
L’altra puntualizzazione riguarda l’aspetto estetico dei biscotti. In molti panifici si presentano con una superficie piuttosto liscia, ma in altri hanno una crosticina bianca e crepata, simile ad una glassa. Per ottenere questo effetto pare che le nonne avessero la consuetudine di lavorare le uova a bagnomaria, per raggiungere una temperatura di circa 37°.

E voi, avete mai assaggiato questi biscotti siciliani da inzuppo? Come li chiamate?
Provate anche questa ricetta tradizionale: Pizzicotti di pasta di mandorle

Tante altre idee sul canale YouTube VivoMangiando. State insieme a noi anche sui Social, con dirette e novità!
Adesso vi lascio il video delle giammelle siciliane e subito dopo dosi e passaggi della ricetta! A presto, Valentina.

 

© Riproduzione riservata

Ingredients

    Directions

    Step 1
    Giammelle siciliane

    Con le fruste elettriche o la planetaria lavorate prima le uova per qualche minuto, poi insieme allo zucchero aggiunto lentamente. Continuate alla massima velocità per circa mezz'ora. Il composto sarà bianco, molto gonfio e spumoso.

    Step 2
    Giammelle siciliane

    Adesso proseguite lavorando con una spatola o una frusta a mano, per essere più delicati. Setacciate la farina e incorporatela poco per volta con movimenti dal basso verso l'alto, facendo attenzione a non smontare le uova. Mettete farina fino a raggiungere una consistenza abbastanza soda e ferma. Spostando l'impasto con un dito non deve allargarsi, e dal cucchiaio deve scivolare con fatica. Non occorre aggiungere lievito per dolci, non è presente nella ricetta tradizionale!

    Step 3
    Giammelle siciliane

    Ora che l'impasto è pronto prelevatelo con un grande cucchiaio e con un altro fatelo scivolare sulla teglia rivestita da carta forno. Per una forma circolare lasciate cadere l'impasto e non toccatelo più, in forno si allargherà da solo e diventerà un cerchio perfetto. Tuttavia anche una forma più allungata è tipica di questi biscotti. Ricordate di distanziare le giammelle tra loro.

    Step 4
    Giammelle siciliane

    Mettete la teglia in forno già caldo, a 190° in modalità statica. Le giammelle siciliane cuoceranno in circa 12 o 15 minuti. Dovranno prendere appena colore, rimanendo comunque piuttosto chiare, e al centro di ognuna si formerà una leggera gobba. Cotta la prima teglia, potete continuare con la seconda. Io con queste dosi ottengo circa 10 biscotti. Lasciate raffreddare completamente le giammelle prima di staccarle dalla carta. Conservatele in un contenitore ermetico, saranno ottime anche dopo qualche giorno!

    YOU MAY ALSO LIKE

    Leave a Review

    error: Contenuto Protetto !!