Le ricette di Cetty

le ricette di cetty

Le ricette di Cetty è una raccolta di foto e ricette personali, pubblicate sulle nostre piattaforme da una persona speciale che ha avuto la grande passione per la cucina.

Questo spazio è dedicato a Cetty e le sue ricette. Una di quelle meravigliose persone che con garbo e delicatezza condivideva la passione per la cucina con la grande famiglia di VivoMangiando. Oggi ci guarda da lontano, e mi spiace non aver avuto l’occasione di conoscerla personalmente.
Per questo credo che il modo migliore per presentarla sia riportare le parole di Maddalena.

<< Vi scrivo per ringraziare gli amministratori e tutti gli iscritti a questo gruppo (VivoMangiando). Da quando l’ha scoperto e per diversi mesi la mia mamma, che amava tantissimo cucinare, si è divertita a condividere ricette, dare consigli, provare nuovi piatti suggeriti dagli altri utenti. La prendevamo persino in giro, perché per ogni piatto che cucinava il suo pensiero era quello di scattare le foto e condividere la ricetta, era diventata una vera food blogger!
Si entusiasmava per i like e le condivisioni che riceveva e insieme abbiamo provato tante nuove ricette.
Oggi che non c’è più perché ci ha lasciati davvero troppo presto, rimangono in questo gruppo tante sue bellissime (e buonissime) ricette e ogni volta che qualcuno le proverà ci sarà un pezzo di lei in giro per l’Italia. Grazie >>

Ho sempre pensato che l’utilizzo delle piattaforme social riesca a dare e togliere tanto. Se per certi versi ha alzato una barriera e sostituito le relazioni umane, il piacere di incontrarsi, di regalare un abbraccio, è pur vero che esiste l’altra faccia della medaglia. Le distanze si sono accorciate, e con qualche click, a volte, ci si sente meno soli, condividendo qualcosa della propria giornata con gli altri.
Si riesce anche a condividere passioni, e i piaceri della tavola, come faceva con noi Cetty. E tutto questo è un privilegio.

Cerco di ricordare ogni giorno che dietro un profilo c’è una storia, una persona con tante cose da mostrare e raccontare. Per questo ringrazio intimamente ognuno di voi, chiunque abbia voglia di dare un pezzetto di sé, anche solo mostrando la foto del piatto preferito, o regalando il proprio tempo per leggere queste parole. GRAZIE! E ringrazio Maddalena e la sua dolce mamma, per aver condiviso con noi le sue ricette, e i momenti spensierati trascorsi con la famiglia attorno ad una tavola imbandita.

Ho diviso le sue pubblicazioni in due articoli, per motivi di spazio. Mi auguro possano servire a tutti voi, cari lettori, che potrete condividere e portare davvero in giro per l’Italia e oltre le sue creazioni.

Petti di pollo al forno

Come spesso accade, le cose più semplici sono anche le più apprezzate. Tantissimi i like e le condivisioni per questa ricetta proposta da Cetty: petti di pollo al forno. Le fettine si passano nell’olio e poi vengono ammollicate. Su ognuna si dispongono pomodorini a pezzetti, aglio, capperi, origano, sale e olio. Vanno in forno per mezz’oretta. Un procedimento che va bene anche per il pesce spada a tranci o per latri tipi di carne o pesce.

Mezze maniche con salsiccia, speck, Philadelphia e granella di pistacchio.

Mezze maniche con salsiccia, speck, Philadelphia e granella di pistacchio. Si sbriciola la salsiccia in padella con un cucchiaio di olio e a parte si cuoce lo speck in un padellino senza olio, solo col proprio grasso. Una volta cotte le mezze maniche si saltano in padella con la salsiccia e lo speck, aggiungendo assieme un po’ di acqua di cottura e il formaggio spalmabile. Si guarnisce il piatto con granella di pistacchi.

Risotto alla zarina

Risotto alla Zarina, ingredienti: riso, burro, cipolla, vodka ( whisky brandy o ciò che si preferisce) brodo vegetale, salmone, panna, caviale (uova di lompo).
Si lascia appassire la cipolla nel burro, si tosta il riso e si sfuma con la vodka. Si continua la cottura col brodo aggiungendo un pizzico di sale e, a cottura quasi ultimata, si aggiunge il salmone tagliato a listarelle o a cubetti. Si manteca con la panna e si completa con caviale.

Mezze maniche con cavolfiore, pesto di basilico e cacio siciliano.

Mezze maniche con cavolfiore, pesto di basilico e cacio siciliano. Si lessa il cavolfiore e si conserva conserva l’acqua di cottura per le mezze maniche. Si salta in padella per pochi minuti con olio, aglio, sale e pepe. Scolata la pasta si unisce al cavolfiore aggiungendo il pesto e il cacio.

Lasagne al pesto

Lasagne al pesto. Dopo aver fatto la besciamella (molto lenta per poter coprire e far cuocere le lasagne) si unisce il pesto. Quindi dopo averne messo un po’ sul fondo della teglia si compongono i vari strati con lasagne fresche, besciamella, prosciutto, formaggio e parmigiano. Sulla superficie dell’ultimo strato si mette tanta besciamella, parmigiano e pinoli. In forno per una mezz’ora, piatto molto delicato!

Gnocchi con pesto di pistacchio, mortadella e burrata

<<Buonasera, volevo condividere con voi un piatto strepitoso preparato a pranzo e consigliato da mio figlio che, ne sono più che convinta, ha la mia stessa passione per la cucina.
Gnocchi con Pesto di Pistacchio, mortadella fritta e burrata. Faccio saltare la mortadella tagliata a listarelle in un pochino di olio evo, subito dopo la metto da parte. Intanto metto su gli gnocchi e conservo un po’ di acqua di cottura, che metto nella padella precedentemente usata per la mortadella. Quando l’acqua sfrigola un po’ unisco il parmigiano e faccio formare una cremina. Aggiungo gli gnocchi, il pesto di pistacchio e la mortadella…impiatto e a freddo unisco la burrata. Un piatto davvero strepitoso…da provare! >>

Calamarata

Un’altra fantastica idea tra le ricette di Cetty.
<<Calamarata. Metto a soffriggere in una padella aglio, peperoncino e prezzemolo. Soffriggo un poco facendo attenzione a non far bruciare troppo l’aglio ed aggiungo i ciuffi di calamari puliti e tagliati a pezzetti. Li faccio andare a fuoco basso mentre preparo le sacche tagliate a rondelle. Le aggiungo al soffritto. Preparo intanto i pomodorini e metto da parte i calamari nel frattempo già cotti. Nella stessa padella metto un altro po’ di olio aglio, peperoncino e, non appena l’olio è caldo, aggiungo i pomodori tagliati a metà. Faccio appassire un po’ e metto i calamari che finiranno di cuocere assieme ai pomodorini.
Quando manca poco alla fine della cottura metto la pasta in padella dove finirà di cuocere nel sugo dei calamari. Impiatto aggiungendo prezzemolo fresco…anche questo piatto veramente squisito…soprattutto per chi ama il pesce!!>>

Cavolfiore stufato alla siciliana

Cavolfiore “stufato”, un piatto tipico della Vigilia di Natale in Sicilia. Gli ingredienti sono questi: cavolfiore, olio, pomodorini, aglio, olive salate, sedano, capperi, qualche foglia di alloro, parmigiano o pecorino a pezzetti,sale. Metto su a soffriggere tutti assieme gli ingredienti tranne il formaggio a pezzetti, aggiungo il cavolfiore naturalmente sciacquato e tagliato in più parti, faccio rosolare aggiungendo di tanto in tanto un po’ di acqua. Il tutto non va girato col solito cucchiaio di legno ma solo prendendo la pentola per i manici e scuotendola in modo da lasciare quasi intere le cimette. Quando si è tutto amalgamato e le cimette ammorbidite aggiungere il formaggio a pezzetti. Ultima mossa sfumare col vino bianco!

CLICCA QUI PER LEGGERE LE ALTRE RICETTE DI CETTY


© Riproduzione riservata

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto !!